× Per offrirti il miglior servizio possibile, questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookies

CONSULTAZIONI GRATUITE: ZERO SPESE AVVIO PRATICA

Notizie di Malasanità

NEONATA MACROLESA DURANTE IL PARTO.

09 Maggio 2016

NEONATA MACROLESA DURANTE IL PARTO.

 

LA CARTELLA CLINICA PRESENTAVA OMISSIONI E VUOTI TEMPORALI CHE OCCULTAVANO L’ERRORE MEDICO.

CI È VOLUTA LA CASSAZIONE PER AVERE GIUSTIZIA.

 

Facile non riscontrare errori medici o di procedura quando si omette di compilare la cartella clinica! E’ quello che è accaduto ad una neonata macrolesa i cui genitori hanno dovuto affrontare ben tre gradi di giudizio per ottenere giustizia. Solo i Giudici della Suprema Corte hanno rilevato le carenze della cartella clinica ed hanno capito che gli errori attribuiti ai sanitari non emergevano perché celati dai vuoti temporali e dalle omissioni della cartella. In primo e in secondo grado i Giudici avevano respinto le richieste di risarcimento  non rilevando negligenze da parte dell’organizzazione sanitaria. Per forza! I sanitari si erano guardati bene dall’annotare ciò che avevano o non avevano fatto per ben sei ore, mentre la piccola subiva il danno, eliminando le fonti di prova. Ci è voluta la sentenza n.6209/2016 per ribaltare il ragionamento dei Giudici di merito, valorizzando l’importanza della corretta tenuta della cartella clinica  quale strumento necessario alla ricostruzione dei fatti.