× Per offrirti il miglior servizio possibile, questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookies

CONSULTAZIONI GRATUITE: ZERO SPESE AVVIO PRATICA

Notizie di Malasanità

ANCORA NEONATA MORTA PER RITARDO DI PARTO CESAREO. I COLLEGHI TENTANO DI COPRIRE LE MALEFATTE DEGLI OSTETRICI, IL GIUDICE NON GLI CREDE E CONDANNA

08 Dicembre 2014

ANCORA NEONATA MORTA PER RITARDO DI PARTO CESAREO. I COLLEGHI TENTANO DI COPRIRE LE MALEFATTE DEGLI OSTETRICI, IL GIUDICE NON GLI CREDE E CONDANNA

Il solito ritardo nel procedere al taglio cesareo provocava nel gennaio 2010 la morte di una neonata di La Spezia. Nonostante i tracciati indicassero chiaramente che il feto era in sofferenza, i sanitari avevano ritardato il taglio cesareo. La bimba era nata, ma con grave sofferenza cerebrale che l’aveva portata al decesso dopo 3 giorni

Questa e’ la verita’ accertata dal Tribunale di La Spezia che ha condannato nell'ottobre 2014 l’ostetrico, nonostante  una perizia del Gaslini di Genova sostenesse le cause naturali del decesso.