× Per offrirti il miglior servizio possibile, questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookies

CONSULTAZIONI GRATUITE: ZERO SPESE AVVIO PRATICA

Notizie di Malasanità

NEWS LA CASSAZIONE SULL'INDENNIZZO PIU' AMPIO PER I CASI DI EPATITE

17 Aprile 2013

Il paziente che contrae l'epatite facendo la dialisi a causa di una insufficiente pulizia della macchina (rene artificiale) ha diritto al risarcimento anche se tale previsione non è espressamente prevista dalla legge 210/92; la legge disciplina solo i casi di trasfusione di sangue infetto, vaccinazioni obbligatorie, somministrazione di derivati.

Si apre cosi' la strada ai casi di epatite, che la Corte d'Appello di Cagliari aveva stabilioto; il Ministero della Salute aveva fatto ricorso in cassazione, ma la Suprema Corte estende il diritto al risarcimento a tutti quei casi in cui si abbia il resinserimento nel corpo della persona sottoposta a dilaisi del suo stesso sangue, infettato per contatto con sangue eterologo nel cosidetto rene artificiale.