× Per offrirti il miglior servizio possibile, questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookies

CONSULTAZIONI GRATUITE: ZERO SPESE AVVIO PRATICA

Notizie di Malasanità

PRIMA DI TUTTO IL MEDICO-LEGALE

25 Settembre 2012

PRIMA DI TUTTO IL MEDICO-LEGALE

La responsabilità medica è un argomento complesso perchè vi sono presupposti medici in senso stretto, ma molti aspetti di natura giuridica che il medico-legale e l'avvocato devono discutere per affrontare un caso.

Mi riferisco ad un grave caso di responsabilità, dove la morte del paziente avviene a seguito di cure effettuate presso un ospedale pubblico.

Accade spesso che al momento del decesso non venga eseguita l'autopsia, per varie ragioni.

Ricostruire in seguito le cause della morte di un paziente senza esame autoptico non è assolutamente un'impresa semplice.

L'esame della cartella clinica è sempre il punto di partenza perchè ricostruisce o dovrebbe ricostruire l'iter del paziente dal suo ricovero fino alla morte.

Si pensi che il caso è stato esaminato da vari medici-legali, i quali hanno dato tutti risposte diverse, chi imputando la morte a certe negligenze, chi ad altre, chi non riconoscendo alcuna responsabilità; il legale si trova spesso a dovere dunque decidere insieme ai clienti quale strada intraprendere.

Si è dunque ritenuto preferibile scegliere l'accertamento tecnico preventivo a scopo conciliativo, mediante il quale in via d'urgenza il Tribunale nomina un perito medico-legale (CTU) che ha anche poteri conciliativi.

Avv. Stefania Comini